TUTTINFIERA PADOVA. SUCCESSO DI PUBBLICO E DI ESPOSITORI

Un raduno di oltre 200 auto americane, gare di culturisti, di Pin Up e di Burlesque, ma anche di Cosplay e di automodelli Mini 4WD. Questo nella domenica conclusiva di Tuttinfiera – fiera delle passioni che ha ospitato per 3 giorni (1-3/11) 350 espositori da tutta Italia e decine di migliaia di visitatori intervenuti all’appuntamento con le proposte per tempo libero e collezionismo. Nove padiglioni si sono animati di proposte ed eventi legati allo shopping, ad artigianato e benessere, mercatino di Portobello, dischi e fumetti, giochi, modellismo, elettronica, sport, American Dream e gare di Body Building. Tra le curiosità anche la prima edizione del Salone dei maestri coltellinai giunti da più regioni e attivi anche con la forgiatura delle lame. Alla 36/ma edizione di Tuttinfiera che ha ottenuto dalla Regione Veneto la promozione a manifestazione di rilevanza nazionale, hanno aderito molte associazioni sportive intervenute per illustrare le discipline praticate; presenti anche tutte le scuole di danza country del Veneto con i loro allievi; mentre per le gare di body building gli atlet giunti da Cipro, Germania, Grecia, Portogallo, Turchia e Italia. L’Italian Motorcycle Championship Custom Bike Show ideato da Micke Persello, dal 2012 primo e unico “campionato” italiano di Custom Bike Show, nel padiglione American Dreams di Tuttinfiera è stato vinto dalla Kawasaki Z900 RS di Metal Dreams di Maerne (Ve), mentre il vincitore della classe Freestyle è risultato Purple Haze – American Dreams di Monza Brianza. La gara in tre giorni ha coinvolto preparatori di moto di otto regioni (Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Piemonte, Toscana e Veneto nelle categorie Bagger, Café Racer, Freestyle, Metric, Modified H-D, Old Style, Scrambler, Streetfigter & Sport Bike.
Tra le tante attività sportive portate in Fiera da associazioni e club del Veneto, di Padova, Vicenza e Belluno, il padiglione Sport ha vissuto uno spettacolare “varo a secco” di Arcaluna 181920, una barca realizzata dall’artista padovano Vittorio Riondato usando sradicati sull’altopiano di Asiago dall’uragano Vaia nel 2018 e armata con vela, remi, timone, bandiere, fiamma, motore elettrico, pannello fotovoltaico, generatore eolico in materiali naturali riciclati. Grande curiosità anche quest’anno per i Cosplay, giovani – e meno giovani che si vestono con i costumi dei beniamini dei loro fumetti e delle serie tv: arrivati da ogni parte del Veneto per partecipare a una competizione organizzata da La Tana de Nerd Official. (foto fieraPd).

Lascia una risposta