TRAPORTO MERCI: PIANIFICAZIONE SOSTENIBILE E LOGISTICA URBANA. EVENTO FINALE PROGETTO SULPITER

Dopo tre anni di ricerche, studi e confronti transnazionali, il progetto SULPiTER dà appuntamento a Bologna (dal 13 al 15 maggio) con l’evento finale. Partito a giugno 2016 con un budget di quasi 2,5 milioni di euro, SULPiTER – acronimo di Pianificazione sostenibile della logistica urbana per il miglioramento del trasporto merci regionale – si è messo al servizio delle Pubbliche Amministrazioni per sviluppare ed adottare piani urbani della logistica sostenibile (SULPs). La sfida era approcciare in un’ottica transnazionale i temi e i problemi comuni alle città partecipanti. Il progetto ha preso in esame tematiche come l’aumento dell’intensità e la frammentazione del flusso del trasporto merci, il significativo aumento del traffico nei nodi logistici e multimodali, il rapporto conflittuale tra la mobilità dei passeggeri e il trasporto merci.
L’evento finale e’ articolato in tre giornate: lunedì 13 maggio, nella sede della Città metropolitana in via Zamboni, si incontrerà il comitato scientifico che, alla presenza di esperti europei, illustrerà i risultati raggiunti dal partenariato transnazionali; martedì 14, al Zanhotel Europa in via Boldrini, saranno organizzate due tavole rotonde: la prima per mettere in evidenza il punto di vista degli attori politici sulle Functional Urban Areas al termine del progetto; la seconda sulla cooperazione internazionale per capire i bisogni e definire una pianificazione sostenibile; mercoledì 15 maggio, ancora nella sede della Città metropolitana,poi l’ultimo incontro di progetto. Nell’ambito di SULPiTER, che ha preso in esame la logistica e il trasporto in sette realtà europee come Bologna, Brescia, Budapest, Maribor, Poznan, Rijeka e Stoccarda, Unioncamere del Veneto ha identificato le migliori pratiche internazionali nel campo della distribuzione urbana delle merci. Tra le attività svolte, Unioncamere Veneto ha coordinato la redazione di un studio internazionale (scaricabile) che compara l’impatto delle politiche e delle problematiche di city logistics nelle città partner utilizzate come casi studio. L’analisi documenta quantitativamente gli impatti delle scelte assunte e fornisce una comparazione complessiva identificando punti di forza e debolezza. La metodologia sviluppata in SULPiTER, pur evidenziando peculiarità per ciascun caso specifico, mostra forti analogie transnazionali evidenziate dallo studio comparato. Tra queste le problematiche relative alla disponibilità di zone per l’interscambio merci, di aree di carico/scarico o l’esigenza di un quadro normativo chiaro che derivi da un’analisi dettagliata delle esigenze del territorio. L’identificazione di criteri transnazionali e problematiche condivise getta le basi per implementare politiche mirate alla soluzione dei problemi e l’ottimizzazione complessiva della distribuzione delle merci in ambito urbano. Il partenariato, oltre a Unioncamere del Veneto – Eurosportello, coinvolge Fondazione Istituto sui Trasporti e la Logistica – coordinatore del progetto, Municipality of 18th District of Budapest, Università di Maribor, Central European Initiative – Executive Secretariat, Brescia Mobilità, Institute of Logistics and Warehousing, Poznan, Città metropolitana di Bologna, Stuttgart Region Economic Development Corporation, Vecses, Rijeka, KLOK Logistics Cooperation Centre, Maribor. A questi si aggiungono una serie di partner associati: Regione Emilia Romagna, Municipalità della Città di Budapest, Ministero dello Sviluppo Economico – Dipartimento dello sviluppo regionale tecnologico, Comune di Padova, Comune di Venezia, Comune di Treviso, Comune di Brescia, Comune di Bologna, Regione di Stoccarda, Comune di Trieste, Regione Friuli Venezia Giulia, e citta’ di Capodistria. (foto arch.).

Lascia una risposta