FIERAGRICOLA. MANIFESTAZIONE COLDIRETTI CON TRATTORI SU INVASIONE INSETTI KILLER NEI CAMPI. FOCUS SU AFRICA

Con l’inverno e caldo anomalo non solo lo smog nelle città ma anche l’invasione delle specie aliene, che fanno strage di raccolti, contro le quali migliaia di agricoltori della Coldiretti delle diverse regioni con i trattori manifestano il 29 gennaio a Verona in occasione dell’apertura della Fieragricola, la piu’ grande manifestazione dedicata al settore in Italia, dove sono attesi esponenti delle Istituzioni europee, nazionali e regionali. Dopo mucca pazza, aviaria e xylella, si tratta della prima manifestazione degli agricoltori italiani contro l’invasione di insetti killer dei campi portati in Italia dai ritardi nella prevenzione e nei controlli dell’Unione Europea di fronte ai cambiamenti climatici, evidenti anche nei giorni della merla che smentiscono addirittura la tradizione di essere i piu’ freddi dell’anno. Insieme alle storie drammatiche delle aziende colpite ci saranno esempi concreti dei danni provocati alle produzioni a partire dalla cimice asiatica (Halyomorpha halys), che colpisce oltre 300 diversi vegetali arrivato dalla Cina che mettendo in ginocchio interi settori produttivi senza che siano state attivate misure di sostegno comunitarie adeguate a fronteggiare una vera calamità naturale. Per l’occasione sarà mostrata la “teca degli orrori con le specie arrivate in Italia con il surriscaldamento” e diffuso il primo studio Coldiretti su “La strage aliena nelle campagne italiane” illustrato dal Presidente nazionale Ettore Prandini, alla presenza tra gli altri del Ministro delle Politiche Agricole Teresa Bellanova, dalla ministra della Croazia Marija Vuckobic, dal Presidente della regione Veneto Luca Zaia, e vari Assessori all’agricoltura delle regioni interessate e dei Sindaci dei comuni colpiti ma anche dei ricercatori impegnati nella lotta al pericoloso parassita. Il tema dei patogeni alieni è al centro quest’anno della partecipazione della Coldiretti a Fieragricola dove nello stand da A16 a B16 nel padiglione 9 vengono ricordati i 75 anni dalla fondazione con le battaglie del passato alle sfide del futuro come gli effetti dei cambiamenti climatici, le guerre commerciali e le nuove tecnologie con la possibilità data per la prima volta ai visitatori di conoscere on line come stanno crescendo le proprie coltivazioni, con dati sulla fertilità dei terreni, sulla riserva idrica, sulle previsioni meteo e la temperatura e tanto altro. A Fieraagricola un convegno sull’Africa, le opportunità di agribusiness in questo continente e le relazioni commerciali con l’Italia e l’Europa. La manifestazione si conferma una delle più rilevanti nel panorama europeo, con numeri in costante crescita: quest’anno sono 10 i padiglioni occupati, 900 gli espositori (+8,2% sull’edizione 2018), la superficie netta è di 67.600 metri quadrati netti (+18,7%), due le aree demo esterne di 9.500 metri quadrati allestite per gli «special show», 800 i capi di bestiame in esposizione (+14,3%), oltre 130 i convegni e i corsi di formazione in calendario nei quattro giorni di rassegna (fino al primo febbr.). Il convegno inaugurale è focalizzato su «Agribusiness in Africa e le relazioni commerciali con Ue e Italia: opportunità e prospettive», ricerca curata dall’Osservatorio Veronafiere-Fieragricola-Nomisma. Fra i relatori dell’incontro, moderato dal direttore del Tg2 Gennaro Sangiuliano, intervengono: la ministra delle Politiche agricole Teresa Bellanova e la ministra dell’Agricoltura della Croazia Marija Vučković, che presiede il Consiglio dei ministri agricoli dell’Ue nel primo semestre 2020; il professor Giulio Tremonti, giurista, già ministro dell’Economia e delle Finanze; padre Mauro Gambetti, custode del Sacro Convento di Assisi; Denis Pantini, responsabile Area Agricoltura e Industria alimentare di Nomisma, e in collegamento da Bruxelles l’europarlamentare Paolo De Castro, primo vicepresidente della Commissione Agricoltura e Sviluppo rurale e relatore per il Parlamento europeo della proposta di riforma della Pac post 2020. La ministra Vučković presenta nel pomeriggio il programma del Consiglio dei ministri agricoli europei nel primo semestre 2020: l’incontro si tiene nella sala CdA.(ph trattori Colditetti).

Lascia una risposta