ITALIA-CROAZIA. UNA WEBAPP PER PESCE AZZURRO IN ADRIATICO

Necessarie le innovazioni capaci di portare al comparto della pesca una boccata di ossigeno. E’ il caso degli strumenti innovativi realizzati con il progetto europeo Interreg Italia-Croazia “ITACA” (Innovative Tools to increAse Competitiveness and sustainability of small pelagic fisheries), a cui ha partecipato anche Veneto Agricoltura in qualità di lead partner. Obiettivi dell’iniziativa, cofinanziata dall’Unione Europea, sono stati quelli di mettere a punto, testare e introdurre su larga scala strumenti capaci di rafforzare la competitività delle imprese del settore attive in Adriatico, favorendo l’introduzione della “blue innovation” e migliorando la sostenibilità delle attività di pesca. Il progetto “ITACA” si è concentrato sulla pesca dei piccoli pelagici, vale a dire sulle attività ittiche che interessano in particolare due specie dell’Adriatico – acciughe e sardine – che coprono una quota significativa di reddito delle marinerie di Italia e Croazia. La WebApp, grazie a un modello statistico-matematico, permette di prevedere il prezzo di vendita del prodotto ittico e, conseguentemente, di tarare lo sforzo di pesca su base giornaliera e/o mensile in riferimento alle richieste del mercato. L’utilizzo del modello è destinato agli operatori ittici al fine di garantire una migliore gestione della loro attività e, nel lungo periodo, la sostenibilità della pesca in Adriatico. Con il progetto “ITACA”, la cooperazione tra le organizzazioni di pesca di pesce azzurro operanti in Adriatico ha incentivato la creazione di un cluster, vale a dire una sorta di network tra operatori, con l’obiettivo di rendere più competitivi i prodotti dell’Adriatico anche sui mercati internazionali.I risultati finali del progetto, avviato nel 2019, presentati in occasione della conferenza finale al Centro Culturale Don Orione degli Artigianelli a Venezia. “L’evento – secondo l’assessore regionale veneto alla pesca, Cristiano Corazzari – e’stato l’occasione per mostrare alla comunità, e primo di tutto a quella dei pescatori, gli importanti obiettivi raggiunti con il progetto europeo “ITACA”. Al tempo stesso, questo incontro e’stato un’opportunità per approfondire il tema della gestione delle risorse dei piccoli pelagici in Adriatico.
(ph arch.)

Lascia una risposta