MUSEI. “RISCOPRIRSI IN BELLEZZZA “: DUE PROPOSTE A TREVISO

I Musei Civici di Treviso, già preziosi centri conventuali e di meditazione e ora prestigiose sedi di Cultura e Bellezza, diventano i luoghi ideali in cui rigenerarsi attraverso dialoghi e interazioni inedite con l’arte. A partire da luglio, il Museo Luigi Bailo e il Museo Santa Caterina sono diventati protagonisti della rassegna “Riscoprirsi nella Bellezza”, un percorso in cui, attraverso il metodo della medicina narrativa della Columbia University, per la prima volta messa in pratica in Italia in un polo museale, i partecipanti saranno coinvolti in un modo completamente nuovo. E non solo: sarà possibile praticare “Yoga al Museo” nel meraviglioso chiostro grande di Santa Caterina e fare meditazione in compagnia, circondati dalle opere d’arte, alla scoperta del bello fuori e dentro di noi, per aspirare ad una nuova forma di felicità. Due rassegne gratuite, su prenotazione, ideate per unire cultura, bellezza e ricerca interiore, ponendo sempre più gli spazi museali al centro della crescita personale e sociale dei cittadini. Le attività della rassegna “Riscoprirsi nella Bellezza” focalizzano l’attenzione sull’esperienza che facciamo del bello, a partire dalle opere esposte, permettendoci di avvicinarci agli altri ed aprendoci ad un nuovo senso di benessere e senso di appartenenza. Le attività si svolgeranno al Museo Luigi Bailo e al Museo di Santa Caterina. I cinque incontri, aperti a tutti, favoriranno un processo creativo per uno spazio di sosta e generativo di nuove “ri-scoperte di Sé”, finalizzato a trovare modalità anche per un vivere bene riconoscendo nella Bellezza, un aspetto etico, Gli incontri saranno curati da Sabina Ferro, laureata in Filosofia Teoretica,arte e comunicazione con indirizzo in Scienze del Pensiero, perfezionatasi in Medicina Narrativa. Collabora per alcune docenze con il Centro Regionale Oncologico di Aviano (Pordenone) e, grazie a questa collaborazione, segue i laboratori di Medicina Narrativa istituiti online dalla Colombia University dal mese di maggio 2020. Gli incontri, gratuiti, si terranno mercoledi 8,15, 22 ,29 luglio e 5 agosto, dalle 20.30 alle 22 al Museo Luigi Bailo e il Museo Santa Caterina.
L’iniziativa “Yoga al Museo”, pensata anche per i principianti e rivolta a tutti, e’ curata da Romina Zuccarello, insegnante di Astanga yoga con diploma di laurea ISEF all’università di Urbino che, grazie alla conoscenza con Valentina Silvestri, ha approfondito lo yoga e la sua filosofia, intraprendendo il suo primo viaggio in India. Ha proseguito poi gli studi dell’Astanga con Susanna Finocchi, che gli ha trasmesso ancora più passione, allargando il campo di conoscenza al sanscrito e chanti mantra. Insegna Yoga e Pilates a Treviso, in diverse scuole yoga e centri fitness. Le sessioni di yoga sono gratuite. Partner dell’iniziativa è il centro di yoga e personal trainer Bonsai Gym, nato nel 2007 da un’idea di Alberto Canzian, personal trainer diplomato ISEF, in centro storico a Treviso per soddisfare l’esigenza di chi vive e lavora all’interno delle mira trvigiane. Info: info@museicivicitreviso.it(ph arch.chiostro S.Caterina).

Lascia una risposta