#IORESTOACASA. 4 MUSEI: GUGGENEIM TOGHETER

In un momento in cui è ancora necessario rispettare il distanziamento sociale, i musei Guggenheim di New York, Venezia, Bilbao, e Abu Dhabi, sostengono fermamente il bisogno umano che ciascuno di noi ha di restare in contatto. Siamo convinti che fare arte e condividerla possa aiutare a trovare un significato nelle proprie esperienze individuali e che osservare la produzione artistica di altri ci permetta di guardare il mondo da prospettive differenti.I quattro musei Guggenheim vi invitano a partecipare all’iniziativa social Guggenheim Together. Liberate la vostra vena artistica e la fantasia! In questo periodo, in ogni angolo del mondo, si trascorre più tempo del solito nelle proprie case, a guardare fuori dalla finestra. Vi invitiamo a elaborare quanto vedete in modo creativo e metaforico e a creare uno schizzo, un disegno, un dipinto o a scattare una foto evocativa da condividere sui vostri account social con l’hashtag #GuggenheimTogether, entro il 24 maggio. Le creazioni migliori saranno pubblicate sui profili dei diversi musei Guggenheim. Molti degli artisti le cui opere sono oggi raccolte nelle collezioni Guggenheim hanno preso ispirazione osservando il mondo dalle proprie finestre, come il pittore francese Robert Delaunay, nella serie Finestre cominciata nel 1912.Se volete partecipare a Guggenheim Together e siete alla ricerca d’ispirazione, vi invitiamo a consultare la nostra collezione online. Didattica a distanza: 10 video tour per le scuole di ogni ordine e grado. Il Dipartimento Educazione della Collezione Peggy Guggenheim ha prodotto 10 video dedicati ai percorsi multidisciplinari previsti nell’ambito del programma educativo “A scuola di Guggenheim”, rivolto alle scuole di ogni ordine e grado. I video tour rispondono all’esigenza di proseguire, seppur a distanza, il programma educativo del museo e di vivere parte dell’esperienza che si sarebbe dovuta svolgere all’interno delle sale museali. Rimaniamo tuttavia dell’idea che alcuni momenti come l’osservazione ravvicinata dal vero, l’esperienza fisica, l’incontro con l’opera d’arte e il dialogo che si innescano durante la visita, rimangano insostituibili. Per questo, la Collezione Peggy Guggenheim spera di aprire presto le sue porte agli studenti e agli insegnanti che da sempre prendono parte alle attività educative del museo. (ph Guggenheim)

Lascia una risposta