CORONAVIRUS. I RIDER SALVANO ASPARAGO DI BASSANO

 Le famiglie di Bassano del Grappa hanno potuto festeggiare la Pasquetta con il piatto tipico del giorno: uova e asparagi grazie ai ciclisti che fanno consegne a domicilio. “Pronto asparago by bike” è il progetto organizzato dall`assessorato alle Attività produttive e Turismo del Comune, con il sindaco di Pove, Francesco Dalmonte, Coldiretti Vicenza, due realtà ciclistiche locali (Fiati e Monte Grappa Bike day) e il Consorzio dell`asparago Dop per salvare la produzione compromessa dalla chiusura dei ristoranti, dal blocco delle rassegne fieristiche e delle manifestazioni collaterali di promozione. L’asparago di Bassano che vanta la denominazione di origine protetta si può ricevere a domicilio grazie ad una ventina di ciclisti impegnati gratuitamente a turno in consegne nel raggio di 15 chilometri. Per ordinarli basta telefonare al numero 340-2280803 attivo dal lunedì al venerdì dal 9 alle 19.00 e il sabato dalle 9 alle 13.00, in 24 ore i mazzi di asparagi saranno consegnati dai volontari rispettando le misure di sicurezza e le norme sanitarie. “L’iniziativa – spiega Coldiretti Veneto – è una delle tante modalità di distribuzione alternativa che testimonia la collaborazione tra agricoltori, amministrazioni locali e consumatori. I dati danno ragione all’idea che registra consegne per un quintale di prodotto al giorno. Diversamente – commenta Coldiretti – sarebbe rimasto nei campi se si considera la difficoltà, in piena emergenza sanitaria, di reperire manodopera straniera e in assenza di voucher anche di quella italiana come cassaintegrati, studenti e pensionati”. In tutto il territorio regionale sono circa 1600 gli ettari vocati alla coltivazione dei turione bianco e verde, 400 solo nell’area vicentina.(ph arch.)

 

 

Lascia una risposta