DAL DRONE AL WEB CON L’ AVANGUARDIA RUSSA

Certamente un evento eccezionale. E la rivista culturale e sito Aidanews ha informato i media. Questi i particolari.  Due studenti adolescenti, accompagnati dal loro professore (prof. Pauletto) e vice preside dell’IPSIA Gaillei (dr. Bolzon), assieme a due genitori giornalisti freelance del Liceo Giorgione (R. Bortolon e A. Miatello), tutti di Castelfranco Veneto (Treviso), hanno per la prima volta nella storia dell’arte affranto il muro dell’omertà comunicativa. Con una pacifica intrusione hanno partecipato alla vernice stampa della mostra “Avanguardia Russa. Capolavori dalla Collezione Costakis” che si è aperta a Villa Manin di Passariano di Codroipo (Udine). “Curiosità, stupore, paura …da parte dei presenti …ma è stata una cosa bellissima che va ripetuta per affinare le capacità e i risultati” – ha sostenuto Antonella Lacchin di Villaggio Globale. I ragazzi dell’IPSIA Galilei hanno messo in campo il loro savoir faire per la registrazione aerea di interviste e opere esposte nelle sale mediante mini drone, battezzati per l’appunto “drone by art”, usando lo smartphone come console. E’ la seconda volta che sono alle prese con l’Arte, la prima è del 16 febbraio scorso con la Bellona-Minerva di Veronse (1550) in temporanea esposizione nella palestra del liceo Giorgione. L’Avanguardia russa del XX secolo rappresenta un fenomeno unico per la cultura mondiale. A Villa Manin è possibile immergersi appieno in quella formidabile stagione di sperimentazioni, rivoluzioni, confronti con le nuove tecnologie e con i ritmi della modernità – una stagione di dialogo tra arte, artigianato, spettacolo e fotografia – con due mostre che insieme danno vita a un evento eccezionale. Dopo l’esposizione a Torino, oltre 300 opere della straordinaria collezione di George Costakis, per la prima volta in Italia dal Museo Statale d’Arte Contemporanea di Salonicco, sono esposte dal 7 marzo al 28 giugno nelle sale della splendida villa dell’ultimo Doge di Venezia.

 
.

 

Lascia una risposta