VVFF. AL NUOVO CAPO NAZIONALE IL SIGILLO DELLA CITTA’ DI PADOVA (CITTA’ CHE MI HA ADOTTATO)

L’ing. Fabio Dattilo è da un mese che è capo del Corpo nazionale dei vigili del fuoco. La nomina è stata fatta dal ministro dell’interno. Dattilo, calabrese di origine e padovano di adozione, è stato valutato di grande efficienza anche nell’ultima emergenza del maltempo che ha coinvolto il Veneto. “La sento come una grande responsabilità e un grande onore – ha detto D’Attilo – e di rappresentare il Veneto a Roma”. Fabio Dattilo è stato insignito del Sigillo della città di Padova (foto VV.FF). L’onorificenza è stata consegnata il 7 gennaio scorso dal sindaco Sergio Giordani il quale ha ricordato agli ospiti le doti umane e professionali del Capo del Corpo dei pompieri: “Omaggiarlo con il Sigillo della Città è il minimo che potevamo fare per ringraziarlo di quanto ha fatto come comandante a Padova e nel Veneto. Padova ancora una volta si conferma una città che mette a disposizione del Paese persone di grande valore, e questo non può che essere per noi una grande soddisfazione”. Tra le autorità pure il Presidente della Provincia Fabio Bui. Il riconoscimento è stato una grande emozione per Dattilo, che ha ringraziato tutti: “Padova mi ha adottato. È una città che riesce a costruire sinergie che difficilmente si trovano altrove. Spero di onorare ancora Padova con il mio lavoro, ora al servizio del Paese”. Dattilo ha svolto gran parte della propria carriera professionale in Veneto e particolarmente a Padova, dove tuttora risiede. Si è laureato nel 1981 in ingegneria all’ateneo patavino; nella città del Santo ha svolto il ruolo di funzionario presso il comando e l’ispettorato dei vigili del fuoco, quello di comandante nello scorso decennio nonché di direttore interregionale del Veneto e Trentino-Alto Adige.

Lascia una risposta