VENETO E INFRASTRUTTUTE STRADALI. DA REGIONE NEL TRIENNIO 28 MLN

La Regione ha definito il programma di interventi infrastrutturali nell’ambito delle risorse stanziate nel bilancio di previsione 2019-2021. “L’importo complessivo programmato nel triennio è pari a 28 milioni di euro – a detto l’assessore Elisa Berti – e per l’esercizio finanziario del 2019 le risorse disponibili ammontano a 13 milioni di euro. Con queste abbiamo previsto di dare priorità alla realizzazione di infrastrutture stradali e ciclabili, alla manutenzione straordinaria della viabilità e alla sicurezza. Si tratta di scelte perfettamente coerenti con il Piano Regionale dei Trasporti che abbiamo presentato – ha evidenziato De Berti – e che ha quali obiettivi principali l’accrescimento della funzionalità e della sicurezza delle infrastrutture viarie, la tutela della mobilità debole, la manutenzione delle strade, ma anche la promozione di una viabilità che favorisca lo sviluppo del turismo, creando nuovi percorsi ciclabili e potenziando quelli esistenti. Voglio ricordare che sono dieci le ciclovie di interesse nazionale e la nostra regione è attraversata da ben cinque di esse, tra cui la ‘Ven.To’, Venezia-Torino, e la ‘Ciclovia del Sole’, che collega Verona a Firenze, delle quali, con questo provvedimento, finanziamo i rispettivi primi stralci”. Questi alcuni degli interventi previsti: realizzazione della bretella stradale di collegamento tra la Strada Provinciale 28 e la ex Strada Provinciale 56, in Comune di Peschiera del Garda (Vr): 365 mila euro di cofinanziamento regionale per un’opera a carico di RFI, nell’ambito dei progetti dell’Alta Velocita, che costa complessivamente 2,3 milioni di euro; attuazione del primo lotto funzionale della Ciclovia “Ven.To”: cofinanziamento regionale di 150 mila euro per un’opera, finanziata con fondi ministeriali; il valore del primo lotto è di 2 milioni e 350 mila euro; attuazione del primo lotto funzionale della Ciclovia “del Sole” – cofinanziamento regionale di 350 mila euro per un’opera finanziata con fondi ministeriali; il valore complessivo del primo lotto è di 1 milione 450 mila euro; intervento strategico di viabilità ciclabile denominato “Treviso-Ostiglia”, attuazione del tratto funzionale da Mossano (Vi) a Cologna Veneta (Vr): costo stimato di circa 2,7 milioni di euro, interamente finanziato dalla Regione; variante alle opere complementari al sottopasso ferroviario sulla SP 14 – completamento della circonvallazione di Bojon in Comune di Campolongo Maggiore (Ve): contributo regionale di 150 mila euro a fronte di un importo complessivo per il completamento dell’opera di circa 350 mila eurorealizzazione e ripristino dei parcheggi scambiatori in corrispondenza della stazione di Busa di Vigonza e Vigonza-Pianiga (Pd): costo dell’opera 2,1 milioni di euro. “È necessario dotare la stazione di Vigonza, utilizzata da tantissimi pendolari, di adeguati parcheggi, oggi del tutto insufficienti – ha precisato De Berti in merito a quest’ultimo intervento –. Il costo dell’opera, pari a 2,1 milioni di euro, sarà coperto con 950 mila euro della Regione ai quali si aggiungeranno, a seguito della firma di un protocollo d’intesa, 950 mila euro di Rete Ferroviaria Italiana e 200 mila euro del Comune di Vigonza”. (foto arch.).

Lascia una risposta