VACANZE SULLA NEVE, CON LA FORMULA DELLA SETTIMANA BIANCA. LE PROPOSTE DEL NORDEST ED ARCO ALPINO

L’offerta per una vacanza sulla neve è molto vasta sulle Alpi, con pacchetti in grado di soddisfare tutte le esigenze, tante località sciistiche, impianti di risalita all’avanguardia, maestri di sci rinomati in tutta Italia e uno sfondo naturale mozzafiato. Si possono trovare condizioni ideali per sciatori esperti o altre adatte ai principianti, snowboarder o ancora grandi anelli per lo sci di fondo in cui trascorrere un’indimenticabile settimana bianca. Il divertimento dei bambini (foto)è sempre garantito da parchi giochi dove poter iniziare l’avvicinamento agli sport invernali in totale sicurezza. In Alto Adige si trovano località rinomate, immerse in tutta la bellezza delle Dolomiti; quelle che circondano il Massiccio del Sella (Val Gardena, Corvara, Arabba e Canazei) sono collegate tra loro tramite diversi impianti di risalita. Vi è anche una zona perfetta per il decollo di deltaplani e il parapendio. E ci si può immergere nella cultura sud tirolese, tra i sapori della cucina tipica e storiche attrazioni culturali. Corvara in Val Badia è un paradiso montano con appartamenti dal tocco rustico racchiusi in tradizionali chalet, hotel di lusso e pensioni accoglienti. A Plan de Corones e Brunico il divertimento è garantito per grandi e piccini. Per i principianti Braies è piccola e graziosa, con un’area incastonata in un paesaggio da favola, indicata per famiglie e per fare i primi passi sugli sci. Canazei è dotata di ben 4 comprensori sciistici e rappresenta il luogo ideale per sciare, come Andalo, nelle Dolomiti di Brenta in Trentino. A San Martino di Castrozza gli sciatori esperti possono mettersi alla prova con la famosa pista nera di Direttissima, molto ripida, di ben 2250 metri.Tra neve e mondanità, Madonna di Campiglio è un must per chi ama lo sci senza rinunciare alla vita mondana. Di giorno, nello Skiarena Campiglio, gli sciatori più esperti possono assaporare la discesa con 600 mt di dislivello della pista nera di Folgarida o farsi una lunga sciata di 5 Km da Monte Vigo a Marilleva. Da non perdere, poi, il tradizionale Carnevale Asburgico per rivivere i fasti della Corte Imperiale, con musica e balli in costume d’epoca, musical, sciata e fiaccolata imperiale e fuochi di artificio. Dalla provincia di Verona fino a quella di Belluno passando per il Vicentino, tutto l’arco nord del Veneto è perfetto per una vacanza sulla neve. Un paesaggio incantevole, organizzati ed efficienti comprensori sciistici, splendidi borghi, la possibilità di praticare tanto sport, divertimento ed accoglienti strutture ricettive. Molte le località sciistiche con bellissime piste e con i loro alberghi, B&B, resort, garni, appartamenti, case vacanze, chalet, baite: Falcade, Asiago, Alleghe, Arabba, Auronzo, Misurina. Cortina conta almeno 196 alberghi, Falcade 171, il comprensorio del Civetta 114, l’altopiano di Asiago 74 e così via: non c’è che da scegliere. Per chi vuole provare i brividi della discesa, a Cortina c’è la pista nera Staunies, che parte da un’altezza di 3000 mt e si sviluppa con un dislivello di 900 metri. Sfilati sci e scarponi, le occasioni di svago non mancano grazie al ricco calendario di eventi, tra romantiche cene nei rifugi sotto il cielo stellato, ciaspolate al tramonto nei percorsi della Grande Guerra, relax, shopping e assaggi di vin brûlé in Corso Italia. Alleghe è una località della Valle Agordina con le sue 46 piste alla portata di tutti. Nel comprensorio del San Pellegrino si trova Falcade, dove si può percorrere lo Skitour dell’amore, uno stupendo e romantico itinerario lungo 12 km. Più vicino alla pianura è il Nevegal, a pochi minuti dall’uscita dell’autostrada, con 35 km di piste. E poi San Vito di Cadore, Auronzo, Misurina e l’Altopiano di Asiago. Una meta low cost sulla neve? Il Monte Baldo, un’area davvero suggestiva che offre prezzi convenienti oltre ad una spettacolare vista panoramica fino al Lago di Garda e alla Pianura Padana. In Friuli Venezia Giulia alte montagne, piste, sentieri e splendidi paesini rendono la regione una destinazione particolarmente amata da coloro che cercano la vera montagna aspra: Sella Nevea, Piancavallo, Forni di Sopra, Tarvisio. Per la sua posizione di confine, la regione è sempre stata un punto d’incontro tra cultura e tradizioni diverse, un crocevia profondamente influenzato dalla cultura austriaca, slava e italiana. In ogni località la passione per gli sport invernali si può abbinare alla degustazione di piatti tipici nelle baite, rifugi o nei ristoranti ad alta quota: da qui nasce lo slow ski che negli ultimi anni sta aumentando di popolarità proprio grazie alla qualità dei menù proposti in abbinamento all’attività sportiva. Le località sciistiche spesso hanno lasciato invariati i prezzi rispetto alla stagione precedente, con offerte per studenti universitari ed agevolazioni per famiglie che prenotano settimane bianche all inclusive. Lo skipass del carosello Dolomiti Superski vale per tutte le dodici valli delle Dolomiti e per i bambini fino agli 8 anni è gratuito. Eventi musicali e gastronomici, manifestazioni sportive, festival, mercatini e spettacoli locali si svolgono tutto l’anno nella cornice magica delle Dolomiti. La sera, tra aperitivi après ski, ciaspolate nei boschi e fiaccolate in notturna, le occasioni per trascorrere una piacevole settimana non mancano. E a metà febbraio si potrà assistere anche alle manifestazioni carnevalesche e magari trascorrere il martedì grasso sulla neve, tra sci e divertimento. La formula della settimana bianca – rivolta soprattutto ai gruppi familiari  con proposte di una settimana a prezzi più contenuti che nell’alta stagione – è in uso da tempo anche nelle località di montagna della Lombardia, Piemonte, e Valle d’Aosta. Qualche nome di famosi centri: Cervinia, Gressoney, Sestriere, Macugnana, Alagna Valsesia, Courmayeur, Prè Sant Didier, La Thuile, Piccolo Cervino, con Zermatt, sul fronte svizzero. Poi, da segnalare Bormio, Val Brembana, Valchiavenna. (ODM)

 

 

Lascia una risposta