UNIVERSITARI DI VENEZIA PREMIATI A SIMULAZIONE MODEL UNITED NATIONS DI ROMA

Nel 2016 uno dei cafoscarini è riuscito a vincere il premio Best Delegate, mentre quest’anno grandi soddisfazioni per gli studenti veneziani impegnati nel Model United Nations (MUN) di Roma, il principale evento italiano di simulazione del funzionamento delle Nazioni Unite. Trentacinque studenti (foto), di cui 30 finanziati direttamente dall’Ufficio Stage dell’università, che ha pagato la loro quota d’iscrizione, e 5 supportati dall’Associazione Giovani nel Mondo, si sono confrontati nei giorni scorsi con i coetanei provenienti da tutto il mondo, sfidandosi a colpi di mozioni e strategie diplomatiche che ricalcano quanto succede nel Palazzo di Vetro di New York. Nel dettaglio, sono 21 quelli che hanno partecipato al MUN, mentre altri 14 sono stati impegnati tra Business e Press Games, eventi collaterali in cui viene simulato l’impatto che le decisioni diplomatiche hanno sul mondo dell’economia e del giornalismo. Ad emergere è stata soprattutto Silvia Dal Soglio, studentessa del Corso di Laurea in Philosophy, International and Economic Studies, che ha portato a casa il titolo di Best Delegate come rappresentante della FAO, guadagnandosi così anche la possibilità di partecipare gratuitamente al prossimo Asia Pacific MUN di Hong Kong. Il suo compagno di corso Jacopo Sala, invece, ha vinto il titolo di Best Position Paper nell’assemblea generale, mentre Delia Bonsignore (Lingue, Civiltà e Scienze del Linguaggio) e Chiara Indelicato (Relazioni Internazionali Comparate) sono state premiate come Best Delegation per il loro lavoro in rappresentanza di UNHCR, l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. In aggiunta a questi premi, i cafoscarini si sono distinti anche per le Honourable Mentions ricevute in quanto rappresentati di singoli Paesi: Anna Zanetti (Lingue, civiltà e scienze del linguaggio) e Martina Riccitelli (Lingue, culture e società dell’Asia e dell’Africa mediterranea) sono state premiate come delegate dei Paesi Bassi, mentre Marco Rossi (Lingue, culture e società dell’Asia e dell’Africa mediterranea) e Monica Schiavone (Lingue, economie e istituzioni dell’Asia e dell’Africa mediterranea) come rappresentanti dell’Australia.
Questi risultati, è detto in una nota di Fà Foscari (il cui evento è pubblicato nelle news dell’ateneo) arrivano dopo un percorso che ha visto i cafoscarini partecipare negli ultimi tre anni ad altri eventi MUN in Italia e all’estero, compreso l’Harvard Model United Nations di Boston, la più prestigiosa simulazione di questo genere riservata al mondo universitario. Gli studenti che partecipano alle simulazioni MUN hanno potuto prepararsi negli scorsi mesi grazie ai laboratori promossi dall’Ufficio Stage e realizzati dall’associazione no-profit Venice Diplomatic Society.

Lascia una risposta