SENIORES DEL LAVORO ELECTROLUX

Il Circolo Anziani del Lavoro Electrolux-Zanussi si chiama ora “Seniores del Lavoro Electrolux”, sganciandosi dalla parola “anziani” per adeguarsi ai tempi. L’Associazione, nella sola Sezione di Porcia di Pordenone, conta 850 iscritti. L’annuale cerimonia di ingresso dei nuovi soci, tenutasi all’interno dello stesso stabilimento di Porcia, cui e’ seguito il pranzo sociale, ha avuto pieno successo. Presenti trecentotrenta soci, rappresentanti istituzionali e aziendali. Sette nuovi soci sono entrati a far parte della Sezione. Non è mancato all’appuntamento il sindaco di Pordenone Alessandro Ciriani, che ha sottolineato come la città sia legata alla storia dell’azienda che ha consentito e consente a migliaia di persone di lavorare e di rendere più ricco il territorio. Erano presenti anche i rappresentanti dell’Electrolux che hanno rivolto parole di apprezzamento per le numerose attività svolte dsl sodalizio che è il garante e il testimone di una cultura aziendale fatta di orgoglio di appartenenza, capacità di capire l’evoluzione dei tempi e le esigenze di flessibilità, fermi restando i principi della fedeltà, della lealtà, dei comportamenti coerenti dentro e fuori dalla fabbrica. Il Circolo Anziani è stato costituito a giugno 1959 nel corso di una cena in onore dei dipendenti che avevano contribuito con il fondatore Antonio Zanussi all’affermazione dell’azienda pordenonese nei mercati nazionali ed internazionali. Il Circolo ha finalizzato il suo impegno a dare dignità e valore sociale al lavoro inteso anche come opportunità di crescita culturale, professionale e umana attraverso iniziative di carattere culturale, ricreativo e sportivo. Primeggia tra queste il Progetto Scuola, iniziato nel 2000 e che nel corso degli anni si è sviluppato sempre di più. Il progetto sta coinvolgendo Pordenone, Susegana, Forlì e Solaro, dove operano le Sezioni. Questi momenti di alternanza scuola/lavoro hanno interessato anche istituti scolastici di Portogruaro, Udine e Trieste e gli studenti della facoltà di economia dell’Università di Pordenone. Un’esperienza che vede partecipare positivamente i ragazzi, i docenti e soprattutto i soci dell’Associazione nel trasmettere le conoscenze e le esperienze di chi ha lavorato per una vita all’interno di una delle realtà produttive tra le più importanti del territorio nazionale. Il progetto prevede un ciclo di visite all’interno degli stabilimenti Electrolux, in cui i ragazzi sono accompagnati da esperti d’eccezione (i soci, tutti con minimo 25 anni di lavoro ed esperienza alle spalle), per trasmettere agli studenti quali sono i temi che sostengono il know how della realtà produttiva, come la produzione, il marketing, il design, la progettazione, la programmazione, la sicurezza e l’innovazione.L’Associazione garantisce all’azienda la continuità di quel clima di collaborazione creatasi nell’ambito della Zanussi e conservato intatto nei suoi valori dall’Electrolux. A questo fino organizza anche varie manifestazioni, come serate al teatro, feste, gare di pesca e di briscola e propone attività turistico culturali con gite e tour in Italia e all’estero. Da oltre un anno il responsabile dello stabilimento è Marcello Casadei, romagnolo, il quale in una intervista ha sostenuto: “A Porcia ho trovato una fabbrica veramente avanzata dal punto di vista di automazioni, di innovazione industriale. Penso che l’asset primario sia costituito dalle persone, sia con il loro coinvolgimento, il legame con l’azienda ed il senso di appartenenza, sia con quello che noi chiamiamo crescita culturale”. “Ho un profondissimo rispetto – ha proseguito Casadei – verso le persone che definiamo lavoratori anziani. Nutro un profondissimo rispetto e gratitudine verso di loro. In realtà hanno fatto la storia dell’industria italiana”. A suo parere le visite allo stabilimento vanno continuate perché si tratta di un interscambio assolutamente da proseguire.
(foto operai Electrolux Arch.).
(Odetta Dalla Mora).

Lascia una risposta