RETE ELETTRICA. MENO TRALICCI CON CAVI INTERRATI AREE DI VENEZIA-PADOVA. RISORSE DI TERNA DI 140 MLN

Intervento di razionalizzazione della rete elettrica da parte di Terna, tra Dolo e Camin,(province di Venezia e di Padova) finalizzato a migliorare l’affidabilità e la qualità del servizio elettrico dell’area. Per procedere la soc.ha richiesto le necessarie autorizzazioni ministeriali. I lavori che fanno parte della più ampia razionalizzazione della rete di alta tensione nelle aree di Venezia e Padova, è una delle opere di sviluppo della rete elettrica regionale inserite nel Protocollo d’Intesa sottoscritto da Terna e Regione del Veneto il 21 gennaio 2019 e frutto di oltre un anno di incontri e sopralluoghi con la Regione del Veneto e i Comuni interessati per individuare la migliore fascia di fattibilità del tracciato. Con un investimento di 140 milioni di euro, il nuovo collegamento in cavo interrato permetterà di favorire lo scambio di energia tra le aree di Venezia e Padova e incrementare la resilienza della rete. L’opera assicurerà inoltte la riduzione delle perdite di rete con conseguente efficientamento del servizio di trasmissione. Il progetto prevede – informa Terna – la realizzazione di un nuovo elettrodotto in cavo interrato a 380 kV della lunghezza di circa 16,5 km e la demolizione di quasi 32 km di elettrodotti aerei oggi esistenti. Saranno 123 i tralicci smantellati e circa 95 gli ettari di territorio liberati da infrastrutture elettriche. I comuni coinvolti nel progetto sono Dolo, Camponogara, Stra, Fossò e Vigonovo in provincia di Venezia e i comuni di Padova e Saonara in provincia di Padova, quest’ultimo interessato soltanto da interventi di demolizione. Proseguendo nell’ottica di sostenibilità e dialogo con il territorio, che ha caratterizzato il percorso di concertazione del tracciato, Terna si metterà a disposizione dei cittadini per illustrare a breve il progetto tramite incontri interattivi online.(ph arch.).

Lascia una risposta