NUMERO RECORD DI RASSEGNE A PORDENONE FIERE NEL 2018

Nella città del Noncello la crescita è uno degli obiettivi che  la Fiera vuole raggiungere nel 2018 attraverso le leve dello sviluppo e dell’internazionalizzazione. Due asset che si traducono nel rilancio delle manifestazioni specializzate “B2B” per le aziende, eventi per il pubblico di grande qualità con espositori di eccellenza ed eventi collaterali selezionati, mostre mercato legate alle passioni e agli hobby, apertura di mercati internazionali e soprattutto collaborazioni con strutture, istituzioni e associazioni a livello locale, nazionale e all’estero. Nasce su queste basi il calendario 2018 con 31 manifestazioni in programma, un numero record; 7 gli eventi internazionali, 4 rassegne organizzate in altre location italiane. Il sistema fieristico pordenonese ha portato in città lo scorso anno 303.00 visitatori e 4.180 espositori dall’Italia e dall’estero per un indotto che varia dai 25 ai 50 milioni di euro. “Una fiera di riferimento per il territorio del Nordest e che si fa interprete del suo rilancio economico attraverso l’apertura verso nuovi settori e nuove collaborazioni – ha sostenuto Renato Pujatti, presidente di Pordenone Fiere –. Il 2018 sarà l’anno in cui la fiera si pone l’obiettivo di consolidare le proprie manifestazioni storiche e sviluppare gli eventi più recenti”. L’anno fieristico si è aperto il 13 gennaio con la nona edizione di Pordenone Antiquaria, mostra mercato nazionale di antiquariato affiancata dalla seconda edizione di Pordenone Arte, evento dedicato all’arte moderna e contemporanea. Entrambe le manifestazioni hanno avuto molti apprezzamenti e buoni riscontri anche sul fronte delle vendite da parte degli espositori. Dal’ 1 al 3 febbraio si è svolto Samuexpo, il più importante evento nel calendario 2018 di Pordenone Fiere sotto il profilo economico. Dal 10 al 14 febbraio la 6^ edizione di Cucinare: il salone dell’enogastronomia e delle tecnologie per la cucina e quasi in contemporanea, il 15 e 16 febbraio, Aquafarm, mostra-convegno per l’acquacoltura sostenibile e l’industria della pesca che già si è affermata come manifestazione di rilevanza internazionale in un settore in forte sviluppo anche nel nostro territorio. Dal 16 al 18 gennaio Hobby Show, in versione primaverile, con tanti espositori e attività per ogni tipo di hobby creativo femminile. La 39/ma edizione di Ortogiardino è in programma dal 3 all’ 11 marzo: è l’evento che raccoglie in assoluto più visitatori tra quelli in programma nel quartiere fieristico di Pordenone, oltre 60.000. Rivolta a coloro che hanno in programma di costruire o ristrutturare casa con un occhio di riguardo alla sostenibilità ambientale e al risparmio energetico ritorna il 24-25-26 marzo Ecocasa Energy, mentre il 21 e 22 il aprile apre la 53/ma edizione di Radioamatore Hi-Fi Car che, con i suoi 30.000 visitatori, è da anni evento leader a livello italiano nel settore dell’elettronica, informatica e hi-fi car. Due eventi si tengono nel mese di maggio: Nordest Colleziona, 9^ mostra mercato di collezionismo ed hobby il 5 e 6 maggio e Naoniscon, 22^ convention di giochi e fumetti il 20 maggio (foto arch.). Anche nel mese di giugno ci sono eventi in fiera e fuori sede. Fa base sempre alla Fiera di Pordenone anche Italian Baja 2018, 7^ prova della Coppa del Mondo FIA di Cross Country Rally in programma dal 21 al 24 giugno. La manifestazione che invece impegna in trasferta lo staff di Cucinare è la quarta edizione di Easy Fish, Festival del Pesce dell’Alto Adriatico che Pordenone Fiere organizza, in collaborazione con Lignano Sabbiadoro Gestioni Spa alla Terrazza a Mare, dal 14 al 17 giugno. Il secondo semestre dell’anno ospita Elettroexpo, mostra mercato del materiale elettrico, dal 6 all’8 settembre. A seguire tre manifestazioni di livello internazionale: Happy Business to You, 6^ Borsa del Contract Italiano dal 12-14 settembre, Coiltech 9/na Fiera Internazionale dei materiali e macchinari per motori elettrici (26-27 ottobre) e Sicam, 10° Salone internazionale dei componenti e accessori per l’industria del mobile che con i suoi circa diciassettemila operatori in visita, di cui 35% da esteri, è evento di rilevanza mondiale (16-19 ottobre). Seguirà un intensissimo mese di novembre, con ben dieci manifestazioni, che si concluderà con la seconda edizione di Rive, Salone internazionale dedicato alla viticoltura e all’enologia in programma dal 27 al 29 novembre, vetrina internazionale per i produttori e distributori di tecnologie e prodotti per la viticoltura e la vinificazione. (odm)

 

Lascia una risposta