NAUTICA. SALONE INTERNAZIONALE ARSENALE VENEZIA

Alcune grandi case costruttrici europee ed italiane presenti alla prima edizione del Salone Nautico (18-23 giugno) negli spazi dell’Arsenale, luogo simbolo di Venezia dove per secoli sono state costruite le navi della Repubblica Serenissima. L’obiettivo, ha detto il sindaco Luigi Brugnaro, e’di creare almeno per i prossimi tre anni, un circolo virtuoso che riporti investimenti ed economia positiva. Nella giornata di festa per tutta la città, inaugurata dal presidente del Senato Elisabetta Casellati, anche il passaggio della Pattuglia acrobatica nazionale delle Frecce tricolori e un ricco ventaglio di eventi. Lungo le banchine dell’Arsenale esposte le imbarcazioni dei principali cantieri italiani ed esteri, mentre all’interno delle Tese troveranno posto accessori, impianti motori e attrezzature. Nei giorni del Salone l’Arsenale sarà aperto alla città attraverso il Padiglione delle Navi, sezione del Museo storico navale della Marina militare, permettendo così l’accesso dall’ingresso monumentale. Sarà un primo contatto con la navigazione anche attraverso l’inedito percorso “in acqua”. Un’attenzione particolare sarà dedicata al composito mondo della cantieristica veneziana, con le sue diverse attitudini e vocazioni. Insieme alle tradizionali imbarcazioni in legno, tipiche della laguna, saranno esposti anche i mezzi delle Forze dell’ordine civili e militari comprese alcune navi. Tra le iniziative in programma performance e prove di voga alla veneta, visite alla centrale operativa del Mose, incontri sui motori ibridi e le più moderne tecnologie, gare culinarie, esposizioni di artigianato legato alla marineria veneziana, competizioni nautiche ed escursioni. Ai bambini ma non soli riservata la visita al sommergibile “Dandolo” e al Museo storico navale. Concerti e spettacoli contamineranno anche Forte Marghera e tutta la terraferma. Tra le iniziative collaterali in diverse sale e spazi dell’Arsenale il 19 giugno, nello Spazio Incontri, un convegno sul design che vedrà ospiti il designer Carlo Nuvolari, Luca Bassani, inventore del marchio Wally Yacht e Carlo Fei, docente in Fashion Management presso la Luiss di Roma. In occasione del Salone nautico la Fondazione Musei Civici di Venezia, con Comune di Venezia e Vela Spa, hanno indetto un bando internazionale per la selezione di progetti di barche. I lavori selezionati, scelti tra gli oltre settanta partecipanti, verranno esposti all’interno della Tesa 113 ell’Arsenale, dove si svolgerà anche una serie di attività culturali legate alla progettazione e alla cultura nautica in diversi ospiti. Il bacino acqueo dispone di 50.000 mq per esposizione in acqua con ormeggi per imbarcazioni da 10 a 50 metri. Ha più di 1.000 metri di pontili e banchine, oltre 100 ormeggi in acqua ed altri 100 spazi per barche a terra di lunghezza sotto i 10 metri e 3.000 mq per prove in acqua. L’area espositiva spazia su 6.000 mq per esposizione al coperto 20.000 mq per esposizione open air. Per quanto riguarda le Tese delle Nappe rsse sono di grandi dimensioni per un totale di oltre 3.500 mq, restaurate nel rispetto della struttura architettonica originale con la valorizzazione delle ampie e luminosissime volte che caratterizzano gli spazi. Vennero edificate a partire dal 1525 nel periodo di sviluppo dell’Arsenale Novissimo (1473-1573) lungo il muro nord dell’Arsenale. Realizzate come “volti d’acqua” ovvero cantieri acquatici, hanno mantenuto a lungo tale peculiarità sino all’interramento eseguito dal 1880. All’interno delle Tese troveranno posto gli stand preallestiti. (foto Venezialive).

Lascia una risposta