MOSTRE. GUGGENHEIM HA RIAPERTO AL PUBBLICO

La Collezione Peggy Guggenheim ha finalmente riaperto le porte al pubblico. Nel primo giorno di apertura, 11 febbraio, oltre 130 persone hanno visitato le sale di Palazzo Venier dei Leoni, ammirando i grandi capolavori di Pablo Picasso, Jackson Pollock, René Magritte, Salvador Dalí, Emilio Vedova, Tancredi, Alexander Calder, e molti altri maestri che hanno scritto la storia dell’arte nazionale e internazionale del Novecento. Nel corso delle prossime settimane il museo continuerà ad essere aperto i giovedì e i venerdì dalle 10 alle 18, con prenotazione obbligatoria sul sito guggenheim-venice.it. ‘Siamo davvero felici di essere tornati ad accogliere i nostri visitatori” afferma la direttrice Karole P. B. Vail. “Per noi il museo deve essere il luogo di incontro per una comunità che si riconosce nel dialogo e nello scambio, e fonte di ispirazione e benessere dopo questo lungo periodo in cui le porte della cultura e dell’arte sono rimaste chiuse. Questa riapertura è un’ottima occasione per poter riammirare, dopo un anno di assenza, il capolavoro di Picasso Sulla spiaggia, del 1937, nuovamente esposto insieme alle tante opere della Collezione. Oggi abbiamo dato il benvenuto ai nostri concittadini, che per primi sono tornati ad “animare” le sale del Palazzo, ai veneti, ai nostri affezionati soci e sostenitori, e naturalmente aspettiamo il pubblico italiano e internazionale appena potrà tornare a viaggiare. Nel frattempo questo può essere senz’altro un invito a godere delle bellezze ritrovate della nostra regione Veneto”. Nel rispetto della normativa per il contenimento del Covid-19, per una visita in sicurezza, gli ingressi continuano a essere contingentati per fasce orarie. I soci e i visitatori che hanno diritto all’ingresso gratuito possono prenotare il proprio ingresso scrivendo a prenotazioni@guggenheim-venice.it, specificando giorno e fascia oraria. (ph Matteo De Fina Peggy Guggenheim)

Lascia una risposta