MOSTRE. AD ABANO DIALOGO TRA COLLEZIONI: DA MAGNASCO A FONTANA

Undici giovani restauratori che si stanno laureando in Conservazione e restauro dei Beni Culturali all’Università di Urbino, sono a Villa Bassi Rathgeb, ad Abano Terme, per uno stage operativo coordinato dalla loro docente professoressa Mariella Gnani. L’equipe dell’ateneo urbinate – dieci ragazze e un unico ragazzo – è occupata in questi giorni nelle operazioni propedeutiche all’allestimento della grande mostra “Seicento / Novecento. Da Magnasco a Fontana, dialogo tra collezioni” che prenderà il via il 17 ottobre, per la curatela di Virginia Baradel. E’ loro compito, sotto la direzione della professoressa Gnani, controllare lo “stato di salute” delle opere della Collezione Merlini che, in mostra, saranno messe a confronto con quelle della Collezione Rathgeb, patrimonio del museo aponense. Si tratta di opere del Novecento italiano, di artisti quali Modigliani, Morandi, De Chirico, Fontana, Guttuso, Morlotti, Funi, De Pisis…
Gli allievi della professoressa Gnani collaborano inoltre al posizionamento delle stesse opere nel percorso espositivo e si misurano con tutte le incombenze che precedono l’apertura di una grande mostra. 
“Occasione importante – afferma la docente – per consentire agli allievi, di confrontarsi sul campo con il mondo del lavoro”. “Inoltre, anticipa l’Assessore alla Cultura del Comune di Abano, sarà loro compito restaurare due terracotte e altrettanti gessi della Collezione Rathgeb, oggi in condizioni abbastanza precarie. Questo, naturalmente, allorché la Soprintendenza, che proprio in questi giorni abbiamo attivato, avrà dato il via libera all’intervento che, secondo legge, sarà dalla stessa controllato”. Info: Museo Villa Bassi Abano Terme. | press e ph: Esseci 049.663499

Lascia una risposta