I MERCATINI DELL’AVVENTO, LE TRADIZIONI DAL PIU’ ANTICO DI DRESDA AL TRIVENETO

Durante l’Avvento fioriscono i mercatini natalizi in tutta Europa riscuotendo sempre più successo di pubblico e proponendosi come forte attrazione turistica, con il loro tripudio di luci, musica, colori, giochi e sapori. Il folclore natalizio inizia di fatto già a fine novembre. Non si può rimanere indifferenti al profumo di mele caramellate, mandorle, dolcetti speziati e marzapane, decorazioni, statuine, decori floreali, vin brulè e musiche natalizie. Tra le calde luminarie i visitatori si possono aggirare tra le tipiche casette di legno degli elfi del bosco, utilizzate per ospitare gli artigiani. I mercatini, con la loro atmosfera di luce e festa, sono un appuntamento immancabile. La tradizione di organizzare dei mercatini in occasione delle festività natalizie è tipica della Germania e dell’Austria (foto). In molte città l’Avvento è inaugurato con l’apertura del mercato di Natale o “Christkindlmarkt”, il mercato di Gesù Bambino. La storia risale al Medio Evo, allorché per tutto il mese di dicembre erano allestiti i mercatini di Santa Klaus. A Dresda il mercato di Natale – svoltosi per la prima volta nel 1434 – è spesso considerato il più antico. La “Vienna mercato” è stata una sorta di precursore del mercatino di Natale e risale al 1294. Non uno ma tanti sono i mercatini viennesi che prendono vita durante questo periodo, quando la città si lascia inondare dall’aroma di panpepato e di frutta candita che dalle bancarelle si espande ad ogni singola strasse. Famosi sono anche i mercatini di Innsbruck, Salisburgo, Stoccarda e Francoforte. E ancora Stoccolma, Budapest e Praga. Particolarissimo il mercato di Lubecca, con i suoi 500 abeti illuminati. Graz presenta lo straordinario presepe di ghiaccio di circa 50 tonnellate. Per chi vuole viaggiare, c’è la Danimarca, la Norvegia, la Svezia e naturalmente la Finlandia, il paese di Babbo Natale. In Baviera, dalle metropoli fino ai paesi di campagna, è un tripudio di luci, antiche melodie e sapori. A Monaco, il mercatino natalizio di Marienplatz splende nella magia di mille luci. Il Kripperlmarkt, a pochi passi dal centro, è il grande mercato del presepe che risale al 1642, dove si può trovare tutto ciò che occorre per un bel presepe. Il mercatino più grande della Germania sembra essere quello di Norimberga, la cui nascita risale alla prima metà del 1500 quando Lutero introdusse l’usanza di fare dei doni ai bambini nel giorno della nascita di Gesù. In Italia la tradizione dei mercatini dell’Avvento si ripete ormai da molti anni, soprattutto nell’Alto Adige, culturalmente vicino alle usanze germaniche, ma anche dove una grande usanza non c’era. Sicuramente uno più caratteristici è quello di Brunico, con concerti di bande musicali in costume, allestito nelle casette di legno dove si possono ammirare all’opera vetrai, fabbri, fornai, spaccalegna. Non sono da meno Bolzano, Bressanone, Vipiteno, Levico e Arco. Anche il Veneto vanta antichissime tradizioni natalizie che si manifestano nelle rappresentazioni sacre dei presepi e in quelle non meno suggestive dei mercatini di Natale. In provincia di Verona, a Bussolengo, è allestito un originale Villaggio di Natale che fa gola anche per i prodotti enogastronomici. Tradizionali mercatini tematici, appuntamenti con suggestive luminarie, musica, e oggettistica si organizzano a Boscochiesanuova, Asiago, Schio, Este, Vicenza, Verona, Treviso, Garda, Adria, Bassano, per citarne solo alcuni. Fra i più caratteristici quello di Venezia, in Campo Santo Stefano. Per tutto dicembre Padova sarà invasa da centinaia di bancarelle nelle vie del centro, sulle piazze e sugli angoli caratteristici della città. Il mercatino di Belluno è un’ottima occasione per vivere la “prima neve” che nelle settimane prenatalizie trasforma il paesaggio dolomitico in uno spettacolo fiabesco. E infine Cortina d’Ampezzo con le esposizioni di presepi artigianali, veri e propri capolavori. I mercatini natalizi sparsi in tutta l’area dell’arco alpino, da Aosta a Trieste, sono molteplici e incantevoli. In Lombardia quelli più gettonati sono Milano, Bergamo, Cremona, Como. Il tradizionale appuntamento si ripresenta puntuale a Bormio, Livigno e in tutti i paesi dell’Alta Valtellina: una meta d’obbligo per lo shopping natalizio. Anche i mercatini natalizi del Piemonte sono tanti e variopinti, pronti ad incantare i visitatori. I più popolari sono quelli di Torino, Ornavasso con il suo “paese dei balocchi”, Ivrea, Rivoli, Govone e Val d’Ossola. Da non perdere quello sul Lago di Viverone o nel borgo storico di Santa Maria Maggiore, nel cuore delle Alpi piemontesi. E per chi è amante di internet, ecco online le bancarelle virtuali, che propongono la vendita di oggetti tradizionali e dove si possono trovare spunti d’acquisto interessanti: versione in rete del successo delle bancarelle dei mercatini dell’Avvento. (ODM)

Lascia una risposta