FESTE PASQUALI E PONTI. IN LOMBARDIA IN AUMENTO TURISMO E RISTORAZIONE

In Lombardia in aumento turismo e ristorazione con le feste di Pasqua e i ponti, per quasi un mese di possibili partenze con affari in crescita del 10% rispetto allo scorso anno. I settori della vacanza organizzata con le agenzie di viaggio valgono 750 milioni al mese in Italia. Crescono – secondo una indagine con foto di Milano post – le imprese legate al turismo e impegnate nell’accoglienza per gite e viaggi, +6% in Lombardia in cinque anni. Si tratta di oltre 58 mila imprese in Lombardia su 407 mila in Italia (+8,2%), con 311 mila addetti in Lombardia su 1,75 milioni in Italia. Prima Milano con 21 mila imprese, in crescita del 14% in cinque anni, con 150 mila addetti La Lombardia pesa per business nel settore alberghi, ristorazione e agenzie di viaggio con 12 miliardi all’anno su un totale nazionale di circa 45 miliardi, di cui 8 a Milano. Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi su dati registro imprese e Aida.
Per Valeria Gerli, membro di giunta della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi: “Il turismo è un settore in forte sviluppo a livello internazionale e un fattore di crescita per l’economia milanese e lombarda in questi ultimi anni. Come Camera di commercio favoriamo il rafforzamento delle imprese del settore, molte impegnate nel prossimo periodo di feste dedicate alla Pasqua e nella combinazione favorevole dei ponti”.
Per Luigi Maderna, presidente Fiavet Lombardia, Associazione regionale delle agenzie di viaggio aderente a Confcommercio Milano: “Grazie al lungo periodo delle vacanze pasquali e dei ponti si sceglie di partire di più per le vacanze. Rispetto allo scorso anno gli operatori delle agenzie di viaggio stimano un aumento di circa il 10%. La vacanza dura in media una settimana, preferibilmente tra Pasqua e il 25 aprile, con una spesa da 500 a mille euro in media a testa. Varie le mete: quelle tradizionali in Italia e in Europa. Secondo le tendenze che emergono dall’osservatorio di Bit, la Borsa Internazionale del Turismo di Fiera Milano, sempre più attiva nell’individuare i nuovi orientamenti del consumatore, infatti, si distinguono, in particolare, le destinazioni all’estero. Tra le mete più desiderate e acquistate dai vacanzieri pasquali il Sud del Mediterraneo, con il ritorno del Mar Rosso, una destinazione esotica a pochi chilometri dall’Italia e delle sue località di punta Sharm el-Sheik, Marsa Alam, che tornano a richiamare turisti amanti del mare. Anche la Spagna, con Fuerteventura, è tra le mete più popolari del momento. Verso Israele, con la sua varietà di offerta – sospesa tra cultura, spiritualità e contemporaneità – si muove un numero crescente di viaggiatori, diretti soprattutto a Gerusalemme, che a Pasqua accoglie i fedeli in preghiera e si anima dei riti di questo periodo. Ma nel Paese non mancano proposte dedicate alle località balneari, già in attività, per chi è in cerca una vacanza rilassante. Oltre oceano affascinano sempre gli USA, scelti per il classico tour delle grandi città come New York o per il fascino di California e Florida, ma sempre più scelti anche per viaggi fuori dalla massa, alla ricerca dell’America profonda del Sud. Anche i Caraibi, una delle proverbiali mete per vacanze da sogno, rappresentano una meta più prenotate durante il prossimo ponte, con Santo Domingo, Cuba e Messico in particolare. Turismo e imprese, ecco le iniziative di Camera di commercio: su https://www.milomb.camcom.it/marketing-territoriale-e-turismo. Tra questi progetti c’è il “Premio Impresa 4.0 focalizzata sul turismo”, il “Servizio di assistenza specialistica nel turismo e di formazione per gli operatori del settore” in collaborazione con Gitec – Guide Italiane Turismo e Cultura /Confcommercio Milano Monza Brianza Lodi, l’”Ecosistema Digitale Turistico (EDT)” per la realizzazione della piattaforma digitale che agevoli l’emersione di tutti i servizi connessi al settore del turismo. In Lombardia questi i settori delle vacanze. Prima Milano con 21 mila imprese, in crescita del 14% in cinque anni, 150 mila addetti, seguita da Brescia con 8 mila e 40 mila addetti, Bergamo con 6 mila (+3,4% e 27 mila addetti), Varese e Monza (circa 4 mila imprese, con 19 mila e 14 mila addetti), Como e Pavia (circa 3 mila con 16 mila e 9 mila addetti).
In Italia nei settori delle vacanze prima Roma per imprese con 35 mila imprese (+18,7% in cinque anni e 131 mila addetti) e Milano per addetti (150 mila). Seguono Napoli con 20 mila imprese (+15,6%) e 66 mila addetti e Torino con 14 mila e 50 mila addetti. Circa 9 mila imprese anche a Salerno, Bari e Brescia. (fonte ottopagine.it)

Lascia una risposta