DIGITALIZZAZIONE, WELFARE E “NUOVI LAVORI”: RAFFORZATA COLLABORAZIONE TRA OCSE E PROVINCIA TRENTO

Accordare il lavoro di studio, analisi e consulenza tecnica che OCSE compie a livello internazionale con le politiche di sviluppo locale. Su questo obiettivo si concentra, da tempo ormai, la collaborazione fra la Provincia ed il Centro OCSE di Trento. Per fare il punto della situazione e valutare nuove piste e programmi di lavoro – anche in relazione alla prevista predisposizione del nuovo programma di sviluppo provinciale – il presidente, Maurizio Fugatti ha incontrato Joaquim Oliveira Martins, vice direttore generale a Parigi del Centro per l’imprenditorialità, le PMI, le regioni e le città dell’OCSE, accompagnato da Alessandra Proto, direttrice del Centro di Trento (nella foto ProvTn). Nel corso dell’incontro, a cui hanno partecipato Paolo Nicoletti, direttore generale della Provincia e Raffaele Farella, dirigente del servizio attività internazionali, si è discusso di come poter migliorare la produttività di un territorio come il Trentino che, pur dalle dimensioni ridotte, può attraverso le leve dell’autonomia divenire laboratorio di innovazione e di nuove pratiche pubbliche a sostegno di uno sviluppo sostenibile. “La collaborazione con il Centro OCSE di Trento – ha detto il presidente Fugatti – rappresenta un valore aggiunto, che può portare a ricadute concrete sulle nostre politiche di crescita”. Fra le piste di lavoro discusse, quelle relative alle politiche volte a trasformare le attività culturali in motore di crescita; quelle legate alle politiche sociali e di welfare legate all’invecchiamento della popolazione ed a sostegno della famiglia ed, ancora, le trasformazioni del mercato del lavoro legate alla crescente digitalizzazione con l’emersione di “nuovi lavori” e la conseguente esigenza di aggiornare le politiche per l’innovazione, la formazione e l’occupazione.

Lascia una risposta