DANZA CONTEMPORANEA. “IL CORPO DEL SALE” ALLA PESCHERIA DI RIALTO

Al mercato del pesce di Rialto di Venezia in esclusiva il 28 luglio h 19, la performance di danza contemporanea “Il Corpo del Sale”, ideata dal Freies Tanz Ensemble di Berlino per il Progetto Skrei Convention, nell’ambito del programma comunitario Europa Creativa. Ingresso libero. Skrei Convention è un’iniziativa che vede Italia, Norvegia e Portogallo impegnati nello sviluppo di una piattaforma online grazie alla quale, partendo dalle antiche rotte del merluzzo/stoccafisso/baccalà che per secoli hanno unito il Mare del Nord ai maggiori porti del sud Europa, verrà reso accessibile un archivio digitale incentrato sulla salvaguardia e valorizzazione della tradizione della pesca, trasformazione e consumo di merluzzo, stoccafisso e baccalà. Parallelamente alla piattaforma web (www.skrei.net) si propone tra il 2019 e il 2020 un programma internazionale di artisti in residenza che inizia proprio a Venezia, all’interno della storica Pescheria di Rialto con la performance “Il Corpo del Sale”, diretta dal coreografo Alessio Trevisani. L’acqua, il sale, il corpo (considerato come animale, umano e divino) e l’aria (contenuta in un enorme pallone) sono i 4 elementi su cui è costruita la struttura della performance. Tali elementi da un lato si riferiscono alla loro capacità di mutare stato e forma della materia di un essere vivente se privato del suo habitat naturale, dall’altro aprono simbolicamente lo spazio per un rituale basato sulla soluzione alchemica tra sale e acqua, tra purificazione ancestrale e scarificazione del corpo. Ogni viaggio per mare aspira a perseguire libertà, conoscenza e forse virtù fin dai tempi di Ulisse, la cui pelle era coperta di sale così come oggi lo è quella di un’umanità in continuo movimento sul mare. Anche la scelta della location non è casuale, essendo la Pescheria di Rialto posta sotto quella che un tempo era la dimora di Pietro Querini, il mercante e navigatore veneziano grazie al quale la Repubblica Serenissima nel 1432 scoprì lo stoccafisso e al quale è dedicato il progetto di sviluppo per un nuovo Itinerario Culturale del Consiglio d’Europa: la Via Querinissima. La performance e’ di ArteLaguna (foto).

Lascia una risposta