BIENNALE TEATRO 2019. ATTO TERZO: DRAMMATURGIE

Il 47/mo Festival internazionale del Teatro intitolato “Atto terzo: drammaturgie”, dal 22 luglio al 5 agosto. Il Festival, diretto da Antonio Natella, pone in ridalto i diversi tipi di drammaturgia e i diversi modi di essere drammaturghi con il lavoro di 14 artisti. Ognuno presenta più titoli, per un totale di 28 spettacoli di cui 23 novità, 2 in prima europea e 6 in prima assoluta. Speciale attenzione e’dedicata alla drammaturgia destinata al teatro-ragazzi, nata per creare un nuovo pubblico, crescerlo e proteggerlo dall’ovvietà, proponendo grande teatro non rivolto soltanto a un pubblico giovane o molto giovane. Proprio dal teatro-ragazzi dell’olandese Jetse Batelaan, Leone d’argento, (foto) prende il via il 22 luglio il Festival, che vede poi tra i suoi protagonisti Oliver Frljić, Sebastian Nübling, Susie Dee, Alessandro Serra, Manuela Infante, Paola Vannoni e Roberto Scappin, noti come Quotidianacom, Pino Carbone, Lucia Calamaro, Julian Hetzel, Miet Warlop, l’ensemble di teatro musicale Club Gewalt e infine Jens Hillje, premiato con il Leone d’oro alla carriera. Il tema del Festival, drammaturgie, e’ inoltre sotto i riflettori di un simposio con alcuni esponenti delle migliori riviste internazionali di teatro, oltreché oggetto degli incontri quotidiani con gli artisti.

Lascia una risposta