BIENNALE. NONA EDIZIONE DEL CARNEVALE INTERNAZIONALE DEI RAGAZZI

Il nono  Carnevale Internazionale dei Ragazzi, è cominciato  sabato 3 febbraio e dura fino a domenica 11 febbraio a Venezia, con attività di laboratorio gratuite su prenotazione obbligatoria, aperte alle scuole dal lunedì al sabato e alle famiglie il sabato e la domenica. Il Carnevale Internazionale dei Ragazzi è un grande progetto Educational della Biennale ed è rivolto ai ragazzi, alle scuole con i loro insegnanti, e alle famiglie. Intende sollecitare la creatività e la partecipazione con laboratori, concorsi, creazioni di maschere e costumi, per favorire un impegno diretto dei partecipanti (ragazzi e non). Il Carnevale dei Ragazzi si tiene  per la seconda volta nella sede stessa della Biennale, a Ca’ Giustinian nel centro storico di Venezia (S. Marco, 1364/A), al piano terra (Portego) e ai piani primo, secondo e quinto. “Si tratta di un luogo più raccolto e per questo più funzionale all’evoluzione e al perfezionamento che vogliamo dare al nostro Carnevale – ha dichiarato il Presidente Paolo Baratta – in direzione di un’iniziativa più strutturata, per garantire la qualità della partecipazione”. Finalità principale e tratto caratteristico del Carnevale dei Ragazzi vuole essere proprio la partecipazione attiva, in aule attrezzate, di giovani, genitori o accompagnatori, il cui ruolo non dovrà essere passivo, ma attento e partecipe. Per questo, all’ingresso a Ca’ Giustinian, a tutti i partecipanti di devige l’invito a depositare i telefoni cellulari e gli smartphone. Al 9. Carnevale Internazionale dei Ragazzi parteciperanno anche la Bolivia, la Romania e l’Ungheria, nonché il Conservatorio di Venezia e realtà culturali nazionali e del territorio. Sono oltre 100 le Scuole del territorio che hanno richiesto di partecipare ai laboratori. Durante il Carnevale della Biennale saranno consegnati, come di consueto nella giornata inaugurale (sabato 3 febbraio) i Leoni d’argento alla Creatività, a seguito del concorso online destinato e scuole primarie e secondarie di I e II grado, per progetti aventi come finalità lo sviluppo, nelle scuole, della creatività applicata alle arti. Per i Leoni d’argento alla Creatività si è registrato un record di progetti pervenuti, con 87 proposte provenienti da 79 scuole da tutta Italia, così suddivisi: 21 progetti da 20 scuole primarie; 40 progetti da 37 scuole secondarie di primo grado e  26 progetti da 22 scuole secondarie di secondo grado. Il Carnevale per ragazzi prevede le Giornate per le scuole: laboratori di arte, musica, scienza (prenotazione obbligatoria); i Magnifici: la sezione principale interesserà 8 scuole dall’Italia e 1 dall’Austria, con il coinvolgimento di 170 studenti in progetti di alternanza scuola-lavori; Paesi: la Bolivia presenterà un breve saggio di danze folkloristiche in costumi tradizionali, la Romania realizzerà un laboratorio dedicato alla storia delle decorazioni tradizionali rumene, l’Ungheria un laboratorio di giochi di ruolo sui “ragazzi della via Pàl”: le Istituzioni e le collaborazioni: letture per raccontare i diritti dei bambini presentati dall’Unicef, laboratori per le scuole e atelier di “giochi musicali”per le famiglie a cura del Conservatorio B. Marcello di Venezia; laboratori e attività proposti da Il Club dei Piccoli di Pianiga e Dolo (Venezia) e dalla cooperativa sociale Il Cerchio Onlus di Venezia e laboratorio di sartoria creativa: su prenotazione obbligatoria, per realizzare rapidi accessori con stoffe, carte e materiali semplici e di riciclo, con la collaborazione della cooperativa sociale Il Cerchio. Alle scuole di ogni ordine e grado che hanno dimostrato un’assidua e costante partecipazione alle edizioni del Carnevale Internazionale dei Ragazzi, un Premio alla fedeltà, che vuole essere, tra l’altro, un riconoscimento agli insegnanti che hanno promosso la partecipazione delle loro classi e istituti.

 

Lascia una risposta