ARTEGENOVA. DA CENTO GALLERISTI GRANDI OPERE DI VALORE DI NOTI MAESTRI

Il gotha dell’arte moderna e contemporanea a Genova, nel padiglione Jean Nouvel dall’8 al 10 aprile nella 17/ma ArteGenova, con opere di grande valore di molti altri maestri tra cui: De Pisis, Duchamp, Baj, Hartung, Casorati, Rosai, Sironi, Capogrossi, Burri, Morandi, Boetti, Schifano, Campigli, Guttuso, Jenkins, Biasi, Bueno, Rotella. La mostra mercato d’arte moderna e contemporanea ritorna al padiglione B Nouvel dopo la pausa Covid del 2021, con i capolavori dell’arte che vanno da metà Ottocento agli anni Settanta del Novecento, a cui si uniscono le nuove tendenze del nostro tempo. Il presidente di Porto Antico di Genova SpA Mauro Ferrando e il curatore dell’evento Nicola Rossi, hanno ricordato che in tre giorni di colori, suggestioni e grandi firme internazionali, il pubblico ha modo di avvicinarsi a migliaia di opere di 503 artisti internazionali portate da un centinaio di galleristi di alto livello che animeranno la manifestazione con una raffinata selezione di assoluto pregio in arrivo da 11 regioni italiane (Lombardia, Liguria, Toscana, Emilia Romagna, Piemonte, Lazio, Veneto, Puglia, Marche, Abruzzo, Sardegna) e dalla Slovenia. Organizzata da Nord Est Fair, società padovana leader nella realizzazione di fiere d’arte e d’antiquariato, ArteGenova è cresciuta affermandosi come manifestazione di riferimento per il NordOvest, avvicinando un vasto pubblico che nell’ultima edizione del 2020 ha toccato i 20.000 visitatori: collezionisti, mercanti d’arte internazionali, appassionati e semplici curiosi. Tante presenze confermano le due vocazioni di questa esposizione: da un lato un appuntamento irrinunciabile per chi vuole investire nell’arte, dall’altro un evento culturale che incuriosisce un pubblico variegato, attratto sia dai grandi nomi della pittura, della scultura, della fotografia, della Street Art, delle installazioni e dei fumetti, sia dalla presenza anche di artisti emergenti tra i quali nelle scorse edizioni sono emerse interessanti sorprese. “Tutto ciò – aggiunge Nicola Rossi ideatore e promotore di ArteGenova – in un territorio fortemente caratterizzato dall’attenzione per l’arte, come dimostra la presenza nell’intera provincia di 45 gallerie”.Tra le firme di spicco, amanti dell’arte e collezionisti a caccia di investimenti sicuri, ad ArteGenova troveranno i grandi maestri che hanno segnato l’ultimo secolo, ma anche nomi di consolidati artisti contemporanei su cui puntare, del calibro di Tornquist, Bansky, Cascella, Fiume, Cassinari, Bombardieri, Dadamaino, Bedini.
ArteGenova e’ anche occasione per accogliere provocazioni e curiosità espresse nella vetrina Contemporary Art Talent Show (C.A.T.S.), sezione di arte accessibile dove 54 tra giovani gallerie, associazioni, collettivi e singoli artisti presentano opere di protagonisti emergenti dal costo inferiore ai 5.000 euro. C.A.T.S. è una scommessa nata dieci edizioni fa per creare un contatto diretto con nuovi artisti a cui sarà rivolto un premio speciale per la migliore opera, disposto da Banca Mediolanum che dal 2018 è sponsor di ArteGenova.Come ogni anno la fiera e’ animata da molti eventi: performance, conferenze e incontri per collegare il mondo dell’arte moderna e contemporanea con gli altri linguaggi della cultura.
(ph arch ArteGenova).

Lascia una risposta