AD ARTISTA RUSSA PREMIO LAGUNA SOSTENIBILITA’ SU RIUSO COME FORMA D’ARTE

“Thingism” (nella ph) di Varvara Grankova (Mosca, 1988) e’ il progetto vincitore del Premio Sostenibilità e Arte. Dal 2016 con il Premio Sostenibilità e Arte, Arte Laguna Prize premia l’arte sostenibile, originale e creativa con l’obiettivo di interessare la comunità locale e internazionale alle tematiche ambientali. L’arte – si ricorda in una nota – è un potente mezzo di comunicazione che può farsi interprete dei problemi della società contemporanea. Il mondo creativo degli artisti diventa il motore per la divulgazione di principi ecologici ed etici, promuovendo la sensibilizzazione alle strategie di Riuso Riduco Riciclo e sottolineando l’importanza dell’espressione artistica e della creatività per trasmettere valori sociali e culturali. Per la 15/ma edizione, Arte Laguna Prize ha collaborato con Contarina Spa, azienda che dal 1989 si occupa della gestione dei rifiuti in 49 Comuni della provincia di Treviso e il programma Ca’ Foscari Sostenibile dell’Università Ca’ Foscari Venezia. Tra i 253 progetti presentati, la commissione giudicatrice ha individuato una shortlist di 5 artisti (Varvara Grankova, Daria Lo Giudice, Inge Miczka, Sandra Lapage e Florence Pinson – Ynden) e fra questi è stata scelta l’artista russa Varvara Grankova (Mosca, 1988) con il progetto “Thingism”. L’opera affronta un tema centrale per la sostenibilità, ossia la produzione di cose – things – e in particolare dell’abbigliamento, che crea volumi di rifiuti enormi, consuma risorse e contribuisce a creare disuguaglianze a livello globale, tra aree di produzione e aree di consumo, dove le persone hanno standard di vita contrapposti. L’artista indaga la relazione tra oggetti, ambiente e persone restituendo un’opera imponente che da un lato appaga lo sguardo per le gradazioni di colore e l’impatto scenografico e dall’altro sgomenta per il volume di indumenti prodotti dai brand di fast fashion e che diventeranno in breve tempo rifiuti. L’opera si inserisce essa stessa nel sistema dell’economia circolare e pone l’accento su tutti gli aspetti della strategia delle 3R (Riuso Riciclo Riduco), prevedendo il riuso dei capi usati per l’installazione, attraverso la donazione ad associazioni no-profit locali. Oltre all’opera vincitrice, Contarina Spa ha deciso di dare una menzione speciale anche all’artista brasiliana Sandra Lapage (San Paolo, 1974) per aver saputo valorizzare e ridare nuova vita ad un tipo di rifiuto “contemporaneo” e sempre più presente nelle nostre case: le capsule del caffè. La scelta e la modalità con cui è stata data una nuova veste a questo tipo di scarto, conduce il fruitore dell’opera a riscoprire la forza vitale che ancora caratterizza il materiale di cui è composto. Le opere dell’artista sono, inoltre, in linea con la progettualità aziendale, che nei prossimi mesi vedrà il potenziamento della microraccolta di questi rifiuti di nicchia. La premiazione ufficiale delle due artiste in occasione della inaugurazione della mostra dei finalisti all’Arsenale di Venezia il 2 ottobre 2021. Durante la serata verranno premiati anche i vincitori assoluti della 14^ e 15^ edizione e i vincitori di tutti i premi speciali.(ph arch.).

Lascia una risposta