700 ESPOSITORI A MOTOR BIKE EXPO VERONA

Caschi e moto stanno colorando di rosso locali, ristoranti, negozi e boutique di Verona. Ci sono una settantina i caschi e oltre una ventina le moto presenti negli esercizi commerciali del centro e dei quartieri in occasione di Motor Bike Expo, la fiera dedicata al mondo delle due ruote, a Veronafiere, dal 16 al 19 gennaio. Un’esposizione temporanea e diffusa che ha l’obiettivo di prolungare l’evento, in termini di spazio e di tempo, e che vuole far uscire la manifestazione oltre i tradizionali confini del quartiere fieristico per abbracciare la città. L’iniziativa è frutto della collaborazione tra Comune, con il supporto di Confcommercio e Confesercenti, e Motor Bike Expo. Il casco rosso è un simbolo noto del linguaggio motociclistico: in pista, si accende quando il pilota che lo indossa è stato il migliore in uno specifico settore. La collaborazione tra Comune e Motor Bike ne amplia il significato per lanciare un messaggio a favore della sicurezza e dell’uso consapevole delle due ruote in ambito urbano, coinvolgendo decine di esercizi di tutta la città per far diventare Verona la città dei motociclisti. Proprio per questo, l’iniziativa prevede per gli appassionati, che si recano nei locali e nei negozi aderenti all’iniziativa, di ritirare un coupon valido come agevolazione per visitare la fiera. Il progetto è stato presentato, a palazzo Barbieri, dagli assessori al Commercio Nicolò Zavarise e alla Legalità Edi Maria Neri e dal consigliere Andrea Velardi e altrivesponfnti comunali. “Motor Bike è una manifestazione in grande crescita dal punto di vista delle presenze – ha detto Zavarise –. La sinergia messa in campo permette alla città e alle sue attività economiche di trarne beneficio. Gennaio è tradizionalmente un mese ‘difficile’ per le attività commerciali, quindi, grazie ai ‘caschi rossi’ vogliamo dare vita a un fuori salone in grado di coinvolgere il centro storico e i quartieri. Siamo orgogliosi di esser riusciti a mettere in rete commercianti e organizzatori, facendo vivere l’intera città e dando l’opportunità agli appassionati di sentirsi parte del Motor Bike sia dentro che fuori i padiglioni fieristici. È un primo tassello che amplieremo l’anno prossimo”. “I tempi sono maturi – ha detto Velardi – perché gli organizzatori comincino a dialogare con il cuore della città e i quartieri. Un Motor Bike ‘Off’ che coinvolga bar, ristoranti, negozi, locali e piazze all’aperto amplia l’offerta, rilancia il commercio cittadino e completa a 360° la proposta al pubblico del Motor Bike, fiore all’occhiello della città di Verona. Questo è un primo passo, realizzato grazie alla collaborazione con Nolan e Airoh che ci hanno messo a disposizione i caschi e Apache Custom per le moto in esposizione, ma siamo convinti che sia la direzione corretta”. “Le sinergie sono fondamentali per lo sviluppo della città – ha sottolineato l’assessore Neri – e, in particolare, per promuovere la sicurezza sulla strada”. Settecento sono gli espositori di molti paesi. Qyesta una sintesi su alcune novita’ di Honda, BMW, Kawasaki e Triumph. Il programma degli show e delle esibizioni nelle aree esterne da giovedì 16 gennaio in cui scatterà lo “start!” di una nuova edizione di Motor Bike Expo, il salone internazionale della moto più frizzante e coinvolgente che si possa concepire. Tantissime le sorprese, le iniziative inedite ma anche quelle ormai consolidate il cui successo di consensi le rende ormai “classici appuntamenti”, di quelli che nessun appassionato intende perdere. Se i numeri-chiave del 2019 sono ormai storia (170.000 visitatori e 700 marchi presenti, provenienti da tutto il mondo), la sfida verso nuovi traguardi è già lanciata. Lo staff che organizza MBE, guidato dagli ideatori del salone, Paola Somma e Francesco Agnoletto, ha lavorato un anno intero per rendere la vetrina sempre più un’esperienza memorabile: a Verona gli appassionati di moto vanno per vivere un sogno ma con i piedi ben piantati a terra (anzi, sulle pedane). Ecco le ultimissime notizie su Motor Bike Expo 2020. Red Bull è main partner di MBE 2020. Motor Bike Expo comunica la nuova partnership con il brand leader del mercato delle bevande energetiche: Red Bull. Al centro del padiglione 1 al Flagship bar di Red Bull è dedicata una grande area che si affaccia sul bike show, sviluppato in un lungo corridoio i cui riflettori punteranno sulle special in concorso, provenienti da tutto il pianeta e arrivate a MBE brillanti come star sul “red carpet” di un grande festival. Lo spazio esterno, invece, accoglierà un’esposizione in anteprima nazionale: Red Bull e’ a Verona, per la prima volta in Italia, il famoso “Dakar Truck”, un vero e proprio truck da deserto, impiegato nei più importanti rally africani. Il pubblico, avrà così la possibilità non solo di ammirare questo mezzo speciale ma anche di entrarvi in contatto. Sono assicurati party, iniziative speciali e tutto quello che può “mettere le ali” all’edizione 2020 di Motor Bike Expo!
Il grande show per tutti i gusti nelle aree esterne. Quella dello spettacolo nelle aree esterne della manifestazione, è una caratteristica ormai consolidata, capace di rappresentare quasi un motivo di attrazione a sé stante, per la ricchezza delle proposte e le emozioni che riescono a trasmettere. Protagonisti dell’area A, la vibrante Motul Arena, saranno ancora gli stuntman, impegni nell’ormai immancabile contest internazionale. Nell’area B1 si alterneranno la scuola di guida “in rosa” Lucchinelli Experience, con il campione del mondo della 500 nelle vesti di prestigiosissimo istruttore, e quella di Gianluca Nannelli, altro ex-pilota con un ricchissimo palmares, ora titolare di un sempre più apprezzato metodo dedicato ai giovanissimi delle minimoto. L’area B2 ospiterà la pista off-road, un vero e proprio “urban enduro” che riserverà importanti sorprese. L’area C sarà la grande novità 2020, frutto della partnership tra MBE e il brand Jeep. Su un percorso irto di ostacoli spettacolari ed impegnativi, si esibiranno le Jeep affidate alla guida esperta di piloti specializzati. Honda conferma la sga presenza in grande stile nel padiglione 5 con lo stand più esteso di Motor Bike Expo. Agli occhi dei visitatori mostra il variegato mondo dell’Ala Dorata con tutta la gamma 2020, comprese quindi le novità CBR1000RR-R Fireblade SP, Africa Twin CRF1100L, CMX500 Rebel, le nuove colorazioni della CB1000R. Redmoto curerà l’esposizione delle sue fuoristrada da competizione. Gli appassionati di corse potranno ammirare le moto ufficiali protagoniste di MotoGP, MXGP, EnduroGP e Rally nel 2019. Poi presenza importante di BMW Motorrad, con l’intera gamma R NineT, la collezione di parti speciali di personalizzazione Option 719 (declinata anche su altri modelli, come il campione di vendite R 1250 GS). Ancora da confermare, ma probabile la première italiana della concept custom R18/2 e la presenza di altre due factory custom di Monaco. Triumph esporrà le tre TFC (Triumph Factory Custom) Thruxton, Bobber e Rocket III. Prima italiana per la novità Tiger 900 Rally Pro e GT Pro, sicure protagoniste del segmento offroad, il più richiesto del mercato italiano. Fra le modern classic, di sicuro interesse la presenza della Rocket III GT e R e delle Scrambler 1200 XC e XE. Molto attesa la Bonneville T120 Special Edition dedicata a Bud Ekins, icona del fuoristrada americano e compagno di corse di Steve McQueen. A MBE sono esposti i nuovi modelli Kawasaki: tra cui Z900, Z650, W800 e la Ninja 1000 SX. Una delle protagoniste sarà senza dubbio la Kawasaki Z H2, l’unica naked al mondo dotata di Supercharge. Kawasaki promette tante sorprese dedicate agli appassio-nati che visiteranno lo stand della “verdona”, al suo interno ci sarà anche lo shop lime green, dove sarà possibile acquistare l’abbigliamento ed il merchandising ufficiale. Hazard e le prime “gocce” di Aquarama. Matteo Fustinoni di Hazard è tornato a casa, al termine dell’edizione 2019 di Motor Bike Expo, con un prestigioso riconoscimento attribuitogli da Shinya Kimura. La Star del Custom mondiale, famosa per la ricercatezza delle sue realizzazioni a base di alluminio e motori retrò, ritenne di premiare “La Veloce” come special più vicina al suo gusto per l’edizione dello scorso anno. Visto il grande successo riscosso, Matteo tornerà ad esporre questo mezzo anche nello stand allestito per MBE 2020. Insieme ad esso, il pubblico potrà ammirare i primi dettagli di un progetto ancor più ambizioso, che si chiamerà Ghisarama. “Si tratta di una special ispirata alle Street Racer anni Settanta, spinta da un motore Harley-Davidson ed impreziosita da dettagli che richiamano l’iconico motoscafo Riva Aquarama”. A Verona gli appassionati potranno vederne solo alcuni dettagli, quanto basta per alimentare l’attesa per questo che, sottolinea Matteo, “è un progetto molto complesso”. “A Verona in anteprima la boardtracker denominata Gatsby” anticipa Stefano Martinelli di PDF Motociclette. Nell’officina bergamasca si stanno completando gli ultimi dettagli di questo tributo all’epoca meravigliosa dell’Art Deco: si tratta di un ibrido realizzato mettendo insieme particolari prelevati da una rara Brough Superior degli anni Trenta e da una Harley-Davidson del 1981. Il propulsore “made in Milwaukee” è incastonato in un telaio anch’esso di derivazione H-D, mentre la forcella e il serbatoio, interamente in lamiera battuta a mano, sono di derivazione Brough Superior. Il cupolino si ispira alle protezioni aerodinamiche utilizzate, nella prima metà del secolo scorso, per le corse sul lago salato di Bonneville. “Questa special” continua Martinelli “l’abbiamo realizzata io ed un cliente, ed è tutta fatta a mano, dal manubrio alle sovrastrutture. Persino la ruota posteriore piena è stata fatta artigianalmente. Ma non sarà l’unica special che esporremo a Motor Bike Expo. Ci saranno anche un bel po’ dei progetti che hanno raccolto premi in giro per il mondo negli anni passati”. Wild Hog presenta la “Terence Hill 01”
Il profondo amore tra Terence Hill e la motocicletta sfocia in una special che porterà il nome del popolarissimo attore. Wild Hog presenta un nuovo modello di H-D Deluxe 2020 denominato appunto “Terence Hill”. La moto è realizzata in collaborazione con HD Motorfan di Riccione, è disegnata dalla stessa Wild Hog (che produce la linea di accessori griffati dall’attore) ed è totalmente approvata da Terence Hill, che si occupa anche di firmare uno ad uno i pezzi prodotti, numerati ed autentificati. La base è della Softail Deluxe 2020 sulla quale sono stati definiti i particolari cari all’attore quali la sella tipo cavallo, le bisacce con accessori come corda e borraccia e le finiture in argento, tutti componenti ben visibili nel film “Il mio nome è Tomas”, uscito nelle sale nel 2018, in cui Terence Hill torna ad interpretare la parte di un cow-boy, ma in moto. Le moto sono realizzate su ordinazione da H-D Riccione che ha l’esclusiva per Italia ed Europa, si possono acquistare o presso la concessionaria a Riccione o da Wild Hog; anzi, il modello 01 di questa Limited Edition sarà visibile e prenotabile durante MBE proprio presso lo stand di Wild Hog, pad. 2, 19M. Il poliedrico Mr Martini ha deciso di sottolineare il forte legame tra la fiera più grande al mondo dedicata alla moto personalizzata e la città di Verona. Il suo stand a MBE 2020, rappresenta l’Arena, simbolo nel mondo della città scaligera. Al suo interno, in anteprima assoluta la sua ultima opera: “ART-eria”, special bike su base Triumph. Oltre a questa anteprima anche la “Venticinque” e ad altre raffinate Special dell’atelier che festeggia quest’anno il venticinquesimo anno d’attività; segnando, di fatto, un pezzo di storia delle moto customizzate. A MBE 2020 l’esperienza raddoppia con Dainese
Motor Bike Expo e Dainese offrono, con “Double Experience” un’opportunità irripetibile agli appassionati più esigenti che potranno visitare nella stessa giornata sia il salone sia il nuovissimo DAR, Dainese ARchivio di Vicenza, senza nessun costo aggiuntivo e con una serie di servizi vantaggiosi. Venerdì 17 e sabato 18 gennaio, alle ore 9.00, un transfer partirà dall’ingresso di Veronafiere e accompagnerà i visitatori a Vicenza per visitare il Dainese Store ed il DAR. Una volta conclusa l’esperienza, attorno alle 12.00, lo stesso bus riporterà a MBE i partecipanti, a quel punto liberi di visitare il salone fino alle 19.00. Il Dainese ARchivio è un’esposizione permanente che presenta le idee, le innovazioni, le persone e i progetti dai quali hanno preso vita i prodotti che hanno reso Dainese un marchio conosciuto in tutto il mondo. L’esposizione prende vita grazie al racconto dei protagonisti delle sue storie, è un luogo dove poter ammirare le tute dei piloti che hanno segnato le epoche del motociclismo, l’abbigliamento tecnico degli atleti olimpici, addirittura soluzioni per gli astronauti delle missioni aerospaziali. Sarà possibile provare anche la tecnologia D-air® grazie ad una vera e propria simulazione di attivazione del sistema airbag Dainese, utilizzato dai campioni della MotoGP. Dainese Archivio è una raccolta in 20 sezioni, ognuna con i propri protagonisti indiscussi. LS2 con i caschi 2020 ma anche con la novità assoluta rappresentata dai guanti
LS2 Helmets è presente per il secondo anno consecutivo a Motor Bike Expo con la gamma completa dei prodotti 2020. Nuovi look, nuovi modi di comprendere la guida, il comfort e la sicurezza: LS2 si presenta con nuovi caschi, una nuova linea di abbigliamento tecnico e la prima collezione di guanti. Anche per il 2020 i motociclisti potranno contare su caschi sempre più sicuri ma anche confortevoli, con colori e design al passo con i tempi. In esposizione i nuovi modelli per i settori Urban Commuter e Road Touring. Dopo il successo della prima collezione, LS2 completa la gamma con cinque nuovi capi di abbigliamento dedicati ai mondi sport touring, touring e urban, con materiali dall’elevata qualità per garantire al motociclista sicurezza e libertà nei movimenti. Assoluta novità la collezione composta da nove modelli di guanti sia per l’uso invernale sia per quello estivo. Una collezione fedele alle caratteristiche LS2: prodotti accessibili a tutti dal design accattivante, con particolare attenzione all’innovazione e alla qualità. (ph Comune e Veronafiere).

Lascia una risposta